I diritti umani hanno ormai alle spalle una lunga storia di riflessioni, scritture e tentativi di applicazione nei contesti sociali e culturali che li hanno prodotti. Un approccio al tema dei diritti, oggi, ha necessariamente bisogno di riflettere sul senso profondo che noi come individui e come collettività siamo capaci di dare a questa parola, cioè necessita di capire le ragioni che rendono le dichiarazioni sui diritti così affascinanti ma al contempo così fragili e difficilmente applicabili.
Obiettivo del percorso sarà la costruzione di una carta delle condizioni necessarie alla realizzazione dei diritti, in quanto riteniamo che sia fondamentale riuscire a capire e ragionare propositivamente su ciò che impedisce ai diritti di trovare spazio nelle relazioni quotidiane sul nostro Pianeta.
I temi trattati saranno diversi Il concetto di universalità dei diritti è il primo che cercheremo di indagare, alla scoperta di quegli elementi che spostano il fuoco dell’attenzione sulle identità delle persone, sulle loro peculiarità culturali, sui condizionamenti sociali. Spesso infatti accade che il parlare di diritti universali ci porti su un piano astratto del vivere e ci faccia dimenticare le implicazioni e l’impegno che ci dovrebbe coinvolgere in prima persona per l’affermazione dei diritti stessi.
Un’altra pista di lavoro è costituita dalla lettura dei diritti umani in chiave culturale: strada non scontata e soprattutto non facile da attraversare per via di tutti quei “trabocchetti” che l’appartenenza consolidata ad una forma di pensiero induce: sarà un’occasione per riflettere sulla scrittura delle dichiarazioni dei diritti e sulla loro specificità culturale. Un ulteriore passo ci porterà ad esplorare la condizione dei diritti naturali, quelli che ci appartengono in quanto esseri viventi: la riflessione si sposterà “naturalmente” sui bisogni che ciascuno di noi ha, al di fuori dei condizionamenti che la comunità a cui apparteniamo determina sul nostro comportamento.
Fondamentale sarà l’apporto culturale dato dal confronto con persone provenienti da altri Paesi, per arricchire il quadro conoscitivo e dare spunti al confronto con modelli di vita diversi.
DURATA 8 incontri di due ore

DESTINATARI Ultimo anno scuola media inferiore e scuola media superiore

STRUMENTI Il lavoro si baserà su giochi di simulazione, lavori di gruppo, su letture individuali e collettive, su esercizi di decentramento narrativo e di scrittura riflessiva e circolare. Saranno possibili incontri aggiuntivi curati da altre associazioni che operano nel campo della tutela dei diritti nel mondo.